Sistema interattivo integrato per lo storytelling

7.840,00 (IVA esclusa)

Sistema interattivo integrato per l’invenzione narrativa di storie multimediali dedicato all’infanzia, per bambini tra i 4-10 anni di età.

COD: NABLA-STL-ITH Categorie: ,

Descrizione

Trasportabile e componibile, con un design che richiama la valigia-carretto del cantastorie errante, esso mostra fin dal primo sguardo il suo carattere di strumento per la narrazione.

Realizzato nella sua componente essenziale in legno di betulla, dai toni caldi e accoglienti, e comprensivo di un’interfaccia composta da oggetti fisici tangibili e manipolabili, si svela inoltre come essere fondamentalmente composito, nato dalla delicata ricerca di uno sposalizio tra natura e tecnologia, nella sua duplice vocazione di strumento e gioco educativo.

Nella sua concezione, il sistema è progettato come strumento per supportare il bambino durante tutta l’attività creativa: dalla predisposizione di personaggi e sfondi disegnando su carta con la tecnica preferita, al passaggio al formato digitale e la successiva creazione e condivisione del racconto animato.

In questo modo, il sistema fornisce il tassello mancante rispetto ai correnti sistemi tecnologici: l’elaborazione e manipolazione dei materiali, nei tempi lenti necessari a disporre all’ascolto e alla sensibilità, indispensabile per risvegliare le percezioni estetico-sensoriali alla base dei processi e del pensiero creativo.

Gli ingredienti fondamentali del racconto, perlomeno personaggi e ambientazioni, vengono predisposti nel mondo fisico e solo successivamente entrano in gioco le straordinarie potenzialità del digitale per realizzare in modo semplice e intuitivo l’animation making (evitando l’eccessiva astrazione e complessità dei software attualmente diffusi): il tutto in un unico strumento integrato.

Inoltre, questo sistema interattivo nasce secondo l’innovativa visione di ambiente collaborativo di apprendimento: un ambiente mirato a stimolare condivisione e relazione, evitando che la tecnologia possa diventare autoreferenziale.

Il modello di interazione sotteso al sistema non è più infatti persona-macchina (o, al massimo, persona-macchina-rappresentazione virtuale in rete), come accade diffusamente, ma persona-persona all’interno di un ambiente in cui la tecnologia può essere utilizzata in presenza e in modo condiviso, contemporaneamente, da più utenti.

Essendo un sistema trasportabile, è facile portarlo nel luogo più adatto a svolgere l’attività didattica e creativa. In un batter d’occhi, applicando tre pannelli contenuti all’interno di un apposito cassetto, il carretto si trasforma in un piccolo anfiteatro attorno al quale si possono disporre più bambini, accompagnati dall’insegnante o da un educatore adulto.

I bambini disegnano gli sfondi e i personaggi della propria storia, lavorando da soli o in gruppo, e possono elaborare uno storyboard a seconda delle capacità.

L’interazione con il digitale, su schermo touchscreen, è studiata in modo tale che i bambini possano manipolare le sagome dei personaggi da loro creati che compaiono sullo schermo con un vocabolario gestuale molto semplice (spostamento, rotazione, zoom), mentre lo sfondo rimane fisso.

L’interazione nel complesso è studiata per risultare il più semplice e intuitiva possibile per supportare la creazione dell’animazione, utilizzando un linguaggio grafico essenziale, semplici feedback visivi, e un interfaccia tangibile basata su oggetti che va incontro alle modalità esperienziali dei bambini e al piacere collegato ai giochi di costruzione.

Per effettuare tutte le operazioni necessarie all’utilizzo del sistema digitale, oltre allo schermo tattile e ai pulsanti, viene fornita un’interfaccia tangibile basata su oggetti. Gli oggetti possono essere riposti nell’apposito cassetto a lato dello scanner; sono predisposti alla realizzazione varie funzionalità, come contenitore personale del bambino, scheda di registrazione scena, sistema di montaggio e con le carte funzione.