Trainer per lo studio dei filtri RC e LC

504,81 (IVA esclusa)

Trainer per lo studio di filtri RC e LC.

Per il funzionamento del trainer è necessario il prodotto
“Unità base per l’alimentazione dei moduli di elettronica” cod. NABLAEDB14

Scheda tecnica PDF

Aggiungi al carrello
COD: NABLAEDB22 Categorie: ,

Nabla Tecnologie S.r.l. è presente su MEPA.

Descrizione

Un filtro elettronico è un elemento che consente il passaggio di segnali elettrici, ad una frequenza o gamme di frequenza specifiche, impedendo il passaggio di altri, potendo modificare sia la loro ampiezza che la loro fase. È un dispositivo che separa, lascia passare o sopprime un gruppo di segnali da una miscela di segnali.

I filtri sono sistemi a due porte, una di ingresso e una di uscita, che operano nel dominio della frequenza. Il loro funzionamento si basa sul blocco dei segnali in termini del loro contenuto spettrale, lasciando passare i segnali la cui frequenza rientra in un certo intervallo noto come banda passante e respingendo i segnali al di fuori di questo intervallo, noto come banda di reiezione. Un filtro lavora sui segnali di ingresso per produrre un segnale di uscita il cui contenuto spettrale dipende dal tipo di filtro.

Un filtro di frequenza è un circuito che utilizza componenti elettrici e/o elettronici per attenuare, correggere o respingere una gamma di frequenze all’interno di qualsiasi tipo di segnale.

Questo intervallo può variare di volta in volta poiché i filtri sono molto flessibili ed esistono diversi tipi.

Con questo trainer, si possono studiare i diversi tipi di filtri: RC e LC, in configurazione di tipo “T”, filtri attivi e anche studiare le associazioni degli uni e degli altri per poter esercitarsi con filtri più complessi, per ottenere altri filtri con determinate caratteristiche desiderate (filtro passa basso, passa alto, passa banda e banda eliminata).

Inoltre, è possibile simulare i guasti nella maggior parte dei circuiti studiati. Lo studente deve indagare su cosa sta succedendo nel circuito e perché non funziona correttamente. Queste simulazioni di guasti possono essere di vario tipo, da componenti danneggiati ad un ipotetico assemblaggio circuitale errato.

ESERCITAZIONI PRATICHE:

Risposte dei filtri RC e LC:

  1. Risposta in frequenza.
    2. Filtro passa-basso.
    3. Filtro passa-alto.
    4. Circuito LC.
    5. Studio dei guasti nel filtro passa-basso.
    6. Studio dei guasti nei filtri passa-alto.
    7. Esercitazioni teorico/pratiche.

Filtro a T:

  1. Filtro con collegamento a doppia T.
    9. Circuito generatore di segnale.
    10. Studio dei guasti nei filtri RC a doppia T.
    11. Esercitazioni teorico/pratiche.

Filtri attivi:

  1. Filtro passa-basso con carico.
    13. Filtro passa-basso con amplificatore operazionale.
    14. Filtro passa-alto con carico.
    15. Filtro passa-alto con amplificatore operazionale.
    16. L’attenuazione è cumulativa.
    17. Utilizzo dell’amplificatore operazionale.
    18. Studio dei guasti nei filtri attivi.
    19. Esercitazioni teorico/pratiche.

Associazione dei filtri:

  1. Comportamento del filtro.
    21. Filtraggio di un segnale distorto.
    22. Filtro in cascata, filtro passa basso e filtro passa alto.
    23. Filtro in parallelo.
    24. Studio dei difetti nei filtri.
    25. Esercitazioni teorico/pratiche.

Ulteriori possibilità pratiche:

26. Filtri passa-banda e elimina-banda.
– Molti altri esercizi possono essere eseguiti e progettati dall’utente.